Esportazioni dei territori italiani nel quarto trimestre 2015: crescite diffuse nel Nord Est e al Centro, in miglioramento al Sud

.

Regional export Exchange rate Slowing Driving Conjuncture Economic trends

Log in to use the pretty print function and embed function.
Aren't you signed up yet? Log in!

Continua il moderato ma diffuso incremento delle esportazioni dei territori italiani. I dati del quarto trimestre 2015 evidenziano una diffusione della crescita nelle province del Nord Est Veneto, Trentino Alto-Adige ed Emilia Romagna in modo particolare e del Centro . Al Sud, performance molto positive per Abruzzo, Basilicata e Calabria, a fronte di andamenti meno favorevoli per le province di Sicilia e (metà delle quali in calo).

Nel quarto trimestre 2015 la performance delle esportazioni italiane, benché ancora solo debolmente positiva (+2.6% in termini tendenziali nei valori in euro), conferma una decisa prevalenza di territori con segno “più”. Tra ottobre e dicembre 2015 il 73% delle province italiane hanno registrato crescite tendenziali delle proprie esportazioni in valore .

In modo particolare, si rileva una significativa prevalenza di territori in crescita nei valori tendenziali nel Nord Est (82%) e nel Centro (82%). Al Sud , cresce rispetto al recente passato la quota delle province in crescita (73%) nei valori tendenziali del proprio export. Quadro più contrastato nel Nord Ovest : solamente il 63% delle province è risultato in crescita nei valori tendenziali nell'ultimo trimestre dell'anno scorso.

[caption id="attachment_6353" align="alignnone" width="690"] Esportazioni delle province italiane: variazioni tendenziali IV trimestre 2015 (euro correnti; fonte: Exportpedia) Esportazioni delle province italiane: variazioni tendenziali IV trimestre 2015 (euro correnti; fonte: Exportpedia)[/caption]

Nel Nord Ovest , nel quarto trimestre 2015 si confermano trainanti le esportazioni della provincia di Torino (+8.4% nei valori tendenziali in euro), seconda provincia italiana in assoluto per contributi alla crescita dell'export nazionale: particolarmente dinamiche nell'ultimo trimestre dell'anno le esportazioni torinesi di Sistema Casa e Sistema Moda . Contributi positivi anche dalle esportazioni, nell'ordine, di Novara (+10.7% in euro rispetto all'ultimo trimestre 2014), Lecco (+9.7%), Varese (+3.3%), Lodi (+10.4%), Brescia (+1.7%) . Di converso, si segnalano le performance negative delle esportazioni delle province di Cuneo (-13.7% nei valori tendenziali in euro rispetto all'ultimo trimestre 2014, a causa della caduta del settore Metalmeccanica : macchine utensili, motori, turbine e altre meccanica varia ), Pavia (-23.9% nei valori tendenziali in euro scontando i cali di Chimica e Metalmeccanica ) e Milano (-1.1% nei valori tendenziali in euro con Metalmeccanica settore “frenante”).

Nel Nord Est , invece, nel quarto trimestre 2015 hanno registrato aumenti tendenziali particolarmente positivi le esportazioni delle province di Bologna (+7.3% nei valori tendenziali in euro; Chimica e Metalmeccanica i principali settori “trainanti”), Parma (+14.4%, grazie soprattutto ad Agroalimentare e Chimica ), Bolzano (+16.1%; Metalmeccanica , Agroalimentare e Sistema Casa i settori più dinamici), Padova (7.4%). Di converso, si segnalano le performance particolarmente negative delle esportazioni delle province di Trieste (-36.4% nei valori tendenziali in euro a causa soprattutto della caduta del settore Metalmeccanica e, in misura minore, Udine (-7.3%).

Al Centro , nel quarto trimestre 2015 Firenze è risultata la provincia “trainante” le esportazioni territoriali, con aumenti tendenziali particolarmente positivi (+12.4% nei valori in euro, con Metalmeccanica , Chimica e Agroalimentare i settori più dinamici). Si segnalano, inoltre, le positive performance le esportazioni delle province di Latina (+9.8% nei valori tendenziali in euro rispetto all'ultimo trimestre 2014), Massa-Carrara (+30.0%), Frosinone (+9.0%), Terni (+45.4%), Pesaro e Urbino (+14.2%), Lucca (+6.9%), Ancona (+6.5%). Vanno invece sottolineati, dall'altro lato, i contributi di segno positivo per le esportazioni della provincia di Roma (-12.3% in euro rispetto all'ultimo trimestre 2014, con Chimica e Metalmeccanica di segno negativo), Ascoli Piceno (-20.0%) e Livorno (-27.0%).

Tra i territori del Sud si confermano, infine, performance particolarmente positive per le esportazioni della provincia di Potenza (+564 milioni di euro in termini tendenziali, grazie alle performance di forte crescita nel settore autoveicoli ) e, in misura minore, di quelle di Chieti (+251 milioni di euro in termini tendenziali, anch'essa trainata dalle vendite all'estero del settore autoveicoli ) e Campobasso (+147 milioni di euro in termini tendenziali, con performance particolarmente positive per tubi in acciaio ). Contributi positivi nel quarto trimestre 2015 anche dall'export delle province di Napoli (+7.7% in euro rispetto all'ultimo trimestre 2014), Catania (+22.8%), Bari (+5.5%).

Dall'altro lato, si confermano andamenti tendenziali particolarmente negativi per l'export delle province di Siracusa (-36.6% nei valori in euro, riconducibile alla caduta del settore Chimica: prodotti petroliferi ) e Salerno (-8.8% in euro). Più in generale, andamenti negativi diffusi ad altre province siciliane ( Caltanissetta , Palermo , Messina ed Enna contrassegnate da segni “meno”).


Sign up and subscribe our Newsletter

To get a weekly update on the latest Ulisse Magazine topics and download exclusive content from Export Planning

Subscribe