Macchine alimentari: il mercato USA si conferma destinazione ad alto potenziale per le imprese italiane

Toccato nel terzo trimestre 2017 un nuovo record delle vendite dal mondo

.

NAFTA Conjuncture Check performance Competitor analysis Foreign market analysis

Log in to use the pretty print function and embed function.
Aren't you signed up yet? Log in!

In base alle pre-stime formulate da StudiaBo sulla base dei dati US Census Bureau relativi all e dichiarazioni doganali delle imprese USA, nel 3° trimestre del 2017 le importazioni dal mondo del mercato statunitense di Macchine alimentari 1 hanno segnato un nuovo incremento (+7.4% nei valori tendenziali in euro e +12.9% in dollari), confermando la dinamica di forte crescita registrata dal mercato dall'inizio del decennio in corso e raggiungendo un punto di massimo assoluto nei valori trimestrali in euro, pari a 560 milioni. Si tratta di livelli più che doppi rispetto al 2011, che corrispondono ad oltre 2.1 miliardi di euro nei valori medi annui.

importazioni USA macchine alimentari
Fonte:SIUlisse

La graduatoria dei paesi partner delle importazioni statunitensi di Macchine alimentari nel 2017 conferma la leadership delle vendite della Germania , con un valore cumulato nei primi 9 mesi dell'anno pari a 350 milioni di euro (pari al 21.9% del totale).

importazioni USA macchine alimentari
Fonte:SIUlisse

Alle sue spalle, si contendono la seconda posizione – nell'ordine – Cina (con una quota nei primi tre trimestri 2017 dell'11.9%), Italia (10.8%) e Canada (9.5%). Il competitore più aggressivo è, soprattutto, la Cina che – insieme alla Thailandia – sta evidenziando sul mercato statunitense di Macchine alimentari i maggiori guadagni di quote da inizio decennio: 3 punti in più per le vendite cinesi; 2.2 punti per quelle thailandesi. Di converso, le importazioni dal Canada mostrano le maggiori perdite di quote, con riduzioni di quasi 4 punti dal 2011 ad oggi.


Esportazioni italiane

Per quanto riguarda, invece, l'Italia, i nostri esportatori di Macchine alimentari sono riuscite negli anni a salvaguardare le proprie quote e a “capitalizzare” la forte crescita di questo mercato, con un valore medio annuo del venduto che è arrivato nell'ultimo trimestre a superare i 220 milioni di euro, a fronte dei poco meno di 120 milioni di euro del 2011. Le maggiori vendite italiane di prodotti del settore sul mercato USA sono riconducibili ai segmenti panificazione, pasticceria e biscotteria industriali, agli apparecchi professionali per cottura, alle macchine per caffè e alle apparecchiature per torrefazione, sterilizzazione, pastorizzazione, stufatura, evaporazione, vaporizzazione, condensazione e raffreddamento.

1 Si veda per una descrizione del settore: Scheda Prodotto F4.36: Macchine Alimentari .


Sign up and subscribe our Newsletter

To get a weekly update on the latest Ulisse Magazine topics and download exclusive content from Export Planning

Subscribe