La crescita dei settori utilizzatori imballaggio: focus "Profumi e cosmetici"

Dinamiche particolarmente favorevoli del commercio mondiale, con crescite soprattutto dei segmenti Premium-Price.

.

Domanda mondiale Previsioni Modelli di consumo Mercati esteri Made in Italy Marketing internazionale Europa Premium price Sistema moda Asia Export Marketing internazionale

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? registrati!

Come evidenziato dal recente articolo "Filiera dell'imballaggio: il traino della crescita dei beni di consumo confezionato", si segnala una elevata dinamicità dei principali settori di utilizzo di imballaggio; tra questi, va particolarmente sottolineata la performance di crescita del settore Profumi e Cosmetici1, che sarà oggetto del presente approfondimento2.

L'elevato dinamismo del commercio mondiale
di Profumi e cosmetici ...

Nell'ultimo decennio il commercio mondiale del settore Profumi e cosmetici ha sperimentato una crescita medio annua a due cifre nei valori in euro (+10.4%), per un incremento complessivo di 54.2 miliardi di euro, raggiungendo nel 2019 - secondo le prestime formulate da StudiaBo3 - un nuovo valore record (86.1 miliardi di euro) più di una volta e mezza superiore a quello di inizio decennio.
All'interno del settore si segnalano le crescite particolarmente dinamiche del commercio mondiale delle aree di business prodotti per il trucco per le quali si rimanda ai relativi report di approfondimento4.

.. soprattutto sui segmenti Premium-Price.

Negli ultimi anni i flussi di commercio mondiale del settore Profumi e cosmetici di fascia Alta di prezzo si sono attestati stabilmente al di sopra della soglia dei 10 miliardi di euro, a fronte di valori minimi (mediamente inferiori al miliardo di euro) dello scorso decennio: in particolare, nel 2016 si è toccato un punto di massimo assoluto nei valori in euro (25.2 miliardi), pari a quasi il 40 per cento dei flussi complessivi), per poi assestarsi nel periodo più recente su valori attorno ai 20 miliardi di euro.
Contestualmente, i flussi di commercio mondiale del settore di fascia Medio-Alta hanno superato negli ultimi anni la soglia dei 20 miliardi di euro, con una prestima 2019 prossima ai 27 miliardi di euro (pari al 31 per cento dei flussi complessivi).

Competitori e Mercati Premium-Price

La seguente tabella riporta i flussi internazionali di Profumi e cosmetici relativi alla fascia Alta di prezzo, scomposti per principali paesi esportatori (competitori) e paesi importatori (mercati).

Profumi e cosmetici: Flussi bilaterali 2019 di fascia Alta di prezzo
ROW+ZZZ: Resto del mondo + Discrepanze statistiche

La Francia si posiziona nettamente al primo posto nella classifica 2019 dei paesi esportazioni di Profumi e cosmetici di fascia Alta di prezzo, con una quota del 29.2% del segmento, davanti al Giappone (12.6%). L'Italia figura in 8^ posizione, con un valore esportato di Profumi e cosmetici di fascia Alta stimato per il 2019 in 758 milioni di euro.
Altri paesi competitori rilevanti sui segmenti di prezzo più elevati sono rappresentati, nell'ordine, da Stati Uniti (con un valore di export di fascia Alta stimato per il 2019 in 1.5 miliardi di euro, di cui circa la metà realizzati sul mercato cinese), Svizzera (1.4 miliardi di euro), Germania (946 milioni di euro) e Regno Unito (768 milioni di euro).
Il mercato cinese costituisce la principale destinazione delle esportazioni settoriali di fascia Alta non solo per gli USA, ma anche per le vendite francesi (con un valore 1.6 miliardi di euro nel 2019), britanniche (con un valore prossimo ai 300 milioni di euro) e italiane (con un valore stimato a consuntivo d'anno in 139 milioni di euro).
Va rilevato il caso di Singapore, che funge da hub per la distribuzione dei prodotti settoriali di fascia Alta di prezzo soprattutto verso il rilevante mercato sudcoreano (749 milioni di euro esportati nel 2019). Tali flussi originano però da altri paesi in qualità di produttori, quali Francia (che vende a Singapore prodotti del settore di fascia Alta per circa 1.4 miliardi di euro), Giappone (400 milioni di euro di esportazioni verso Singapore di prodotti di fascia Alta di prezzo) e - pur in misura minore - la stessa Italia, con un valore stimato a consuntivo 2019 di 95 milioni di euro di export di fascia Alta verso Singapore.
Complessivamente, il mercato sudcoreano, oltre che tramite i flussi provenienti da Singapore, viene servito direttamente da Francia (per un valore di 392 milioni di euro di Profumi e cosmesi di fascia Alta), Giappone (244 milioni di euro), Svizzera (119 milioni di euro) ed Italia (per un valore stimato a consuntivo 2019 in 56 milioni di euro).

Previsioni del settore 2020-2023

Nello scenario 2020-2023, le previsioni formulate da StudiaBo sulla base del World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale5 (e già documentate nell'articolo "Filiera dell'imballaggio: il traino della crescita dei beni di consumo confezionato") segnalano la prosecuzione di un ritmo di crescita accelerato per il commercio mondiale del settore Profumi e cosmetici.
In particolare, il valore degli scambi mondiali del settore è atteso superare la soglia dei 100 miliardi di euro.


1) Il settore analizzato in questo articolo raggruppa le merceologie riportate nella seguente scheda descrittiva.
2) Per approfondimenti in merito alle dinamiche del commercio mondiale del settore si rimanda anche al seguente report ExportPlanning, disponibile in lingua inglese: "Perfumes and Cosmetics: World Trade, Markets and Competitors".
3) Si rimanda in merito al Datamart Ulisse nella sezione Analytics di ExportPlanning.
4) Si vedano in merito i seguenti report ExportPlanning disponibili in lingua inglese:

5) Si rimanda in merito al Datamart Previsioni nella sezione Analytics di ExportPlanning.