Vendite UE di Meccanica Strumentale: nel 1° trimestre segnali di ripresa, ma ancora mediamente al di sotto dei livelli pre-crisi

All'interno del comparto, si ravvisano settori più in difficoltà e altri invece che hanno già significativamente recuperato i livelli 2019

.

Europa Grande Lockdown Meccanica strumentale Congiuntura Export Congiuntura Internazionale

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? registrati!

Nel primo trimestre dell’anno si ravvisano segnali di ripresa per la meccanica strumentale europea: +6% in termini tendenziali per l’export europeo di macchinari e impianti industriali.
Tuttavia, i livelli del primo trimestre 2021 risultano ancora inferiori (seppure di “soli” 2.8 punti percentuali) ai livelli del corrispondente periodo 2019.


Il recupero dei livelli pre-crisi è tuttavia già realtà in diversi settori: macchine per cartiere, macchine utensili e macchine per estrusione e macchine alimentari

Tra i settori ricompresi nell'aggregato Macchinari e impianti per l'industria1, si segnala la performance molto favorevole delle esportazioni UE di Macchine per cartiere, in crescita di quasi il 13% rispetto al corrispondente periodo 2020 (in aumento tendenziale per il terzo trimestre consecutivo) e, soprattutto, su livelli già superiori a quelli 2019 (+6.1% in euro rispetto al 1° trimestre di due anni fa).

Buon recupero nel primo trimestre dell’anno per le vendite europee di Macchine utensili per metalli, che - grazie ad un incremento prossimo al +14% rispetto al 2020 – ha visto i valori esportati UE ritornati sopra quelli del 2019 (+2.9% in euro).

L'export UE di Macchine per estrusione appare anch'esso in forte ripresa nel primo trimestre dell’anno, con un aumento tendenziale di ben 24 punti percentuali in euro rispetto al 2020 e, sopratutto, il ritorno a livelli superiori a quelli pre-crisi (+3.3% rispetto al 1° trimestre 2019).

Non da ultime, le esportazioni delle imprese europee di Macchine alimentari risultano in – seppur moderata - ripresa nel primo trimestre dell’anno, con un aumento tendenziale di 4.6 punti percentuali in euro rispetto al 2020 e livelli superiori di 1.6 punti rispetto a quelli del 1° trimestre 2019.

Esportazioni UE di Macchinari e impianti industriali: variazioni % tendenziali in euro
Export UE di Macchine per cartiere: var. % tendenziali in euro Export UE di Macchine per la lavorazione dei metalli: var. % tendenziali in euro
Export UE di Macchine utensili per metalli: var. % tendenziali in euro Export UE di Macchine utensili per materiali duri: var. % tendenziali in euro
Export UE di Macchine per estrusione: var. % tendenziali in euro Export UE di Macchine tessili: var. % tendenziali in euro
Export UE di Macchine alimentari: var. % tendenziali in euro Export UE di Macchine automatiche per l'imballaggio: var. % tendenziali in euro
Export UE di Macchine da stampa ed editoria: var. % tendenziali in euro Export UE di Altre Macchine per impieghi speciali: var. % tendenziali in euro
Fonte: ExportPlanning - Analisi Mercato - Analytics, Datamart Congiuntura paesi UE

Per macchine per lavorazione metalli, macchine utensili per materiali duri, macchine tessili e macchine da stampa ed editoria, invece, il recupero dai livelli 2019 è ancora lontano.

D'altro canto, risultano diversi i settori con livelli di inizio 2021 ancora inferiori - in alcuni casi in misura anche significativa - ai livelli 2019. L'export UE di Macchine per la lavorazione dei metalli risulta ancora in difficoltà, con un primo trimestre dell’anno sostanzialmente sugli stessi livelli 2020 (+0.9%), e soprattutto con un gap rispetto al 2019 di quasi 13 punti percentuali nei valori in euro.

Anche il settore delle Macchine utensili per materiali duri segnala difficoltà nel recuperare i livelli pre-crisi, con un differenziale negativo di oltre 10 punti percentuali nei valori di export UE rispetto al primo trimestre 2019. Va comunque evidenziata la crescita tendenziale rispetto al 2020 (+8.3% in euro).

Il settore delle Macchine tessili, pur segnando un moderato incremento tendenziale delle esportazioni UE (+3.4% rispetto al 2020), conferma livelli distanti da quelli pre-crisi, con un differenziale negativo di quasi 14 punti percentuali nei valori in euro rispetto al primo trimestre 2019.

Analogamente, il settore delle Macchine da stampa e per l’editoria, pur anch’esso segnando un moderato incremento tendenziale (+5.3% rispetto al 2020), conferma livelli delle esportazioni comunitarie distanti da quelli pre-crisi, con un differenziale negativo di oltre 13 punti percentuali nei valori in euro rispetto al primo trimestre 2019.

Va infine ravvisato come l’export UE di Macchine automatiche per l’imballaggio risulti stabile rispetto al 2020 e ancora su livelli leggermente inferiori (-0.9% in euro) rispetto a quelli del 1° trimestre 2019.


1) Si veda l'elenco dei settori considerati nella relativa scheda descrittiva.