Il progetto di accordo Brexit in breve

I punti chiave della soluzione proposta

.

Europe News from the world

Log in to use the pretty print function and embed function.
Aren't you signed up yet? Log in!

Liberamente tratto da “ The draft Brexit deal in brief" - The Guardian, 18 Novembre 2018

L’attuale progetto di accordo definisce un periodo di transizione fino a dicembre 2020. In questo periodo il Regno Unito e la UE dovrebbero affinare le loro future relazioni, soprattutto commerciali, arrivando a definire un accordo commerciale di lungo periodo. Di seguito sono riportati i punti dell’accordo relativo al periodo di transizione da marzo 2019 a dicembre 2020.

Immigrazione

Durante il periodo di transizione continueranno a valere le norme dell'UE sulla libera circolazione. Dopo questa data, il Regno Unito deciderà in autonomia la propria politica di immigrazione. Tutti i cittadini britannici che si saranno trasferiti nei paesi UE entro il 2020 potranno rimanere nella UE, così come i cittadini UE che avranno deciso di stabilirsi nel Regno Unito.

Il confine irlandese

L'accordo prevede un backstop tra l’Irlanda e l’Irlanda del Nord, in grado di evitare una dogana vera e propria, con controlli fisici o infrastrutture. Questa soluzione di fatto mantiene UE e Regno Unito all’interno di un unico territorio doganale. Poichè l’attuale accordo prevede il mantenimento dei backstop anche dopo il periodo di transizione, questa soluzione potrebbe risultare un vincolo nel caso in cui il futuro accordo commerciale non prevedesse una unione doganale tra le due aree.

Confini doganali

L'accordo garantisce che fino a dicembre 2020, il transito alla frontiera avvenga senza alcuna barriera. Nel periodo di transizione Regno Unito e l'Unione Europea tratteranno per definire un accordo commerciale di lungo termine. Se questo accordo non verrà raggiunto, sarà istituito anche tra la frontiera UE e quella del Regno Unito un backstop doganale. Ciò significa che gli scambi tra Regno Unito e UE non saranno comunque gravati da tariffe. Il Regno Unito non potrà trattare accordi commerciali con altri paesi al di fuori della UE, almeno fino a quando non verrà trovato un accordo commerciale di lungo periodo e superata la soluzione del backstop.

La legge

La Corte di giustizia europea (CGE) avrà l'ultima parola in materia di diritto comunitario. Durante il periodo di transizione, il Regno Unito dovrà seguire tutte le norme dell'UE e le sentenze della Corte di giustizia. Dopo il periodo di transizione, in caso di attivazione dei backstop, le controversie saranno risolte da un collegio arbitrale composto da entrambe le parti, ma le interpretazioni del diritto dell'UE saranno deferite alla Corte di giustizia europea.

Polizia e contrasto della criminalità

Fino al 2020, il Regno Unito rimarrà parte integrante dei meccanismi europei di polizia e sicurezza, mantenendo gli accessi ai database UE di persone scomparse, arresti, DNA, impronte digitali e targhe automobilistiche. L'accordo esplicita che il Regno Unito sarà escluso dalle banche dati e dai sistemi dell'UE alla fine del 2020, se nel frattempo le due parti non avranno trovato un accordo per mantenere la cooperazione attuale.

Assistenza sanitaria

I cittadini britannici potranno godere dell’assistenza sanitarie UE e viceversa fino a dicembre 2020. Non è stata presa alcuna decisione per quello che succederà dopo questa data.

Standard Europei

L'accordo stabilisce che in caso in cui entro dicembre 2020 non si raggiunga un accordo commerciale di lungo periodo, il Regno Unito dovrà comunque osservare gli impegni di Parità di condizioni che equiparano il Regno Unito e l’Ue su questioni quali gli aiuto di Stato, il mercato del lavoro e le norme ambientali.

Ambiente

L’accordo prevede che, durante il periodo di transizione, le leggi del Regno Unito dovranno essere rispettose dell’ambiente almeno tanto quanto quelle dell'UE. Il Regno Unito dovrà istituire una Agenzia indipendente in grado, se necessario, di portare davanti ai tribunali britannici il governo.

Ricerca e istruzione superiore

Fino al 2020 il Regno Unito garantirà la propria quota al finanziamento dei progetti di ricerca comuni dell’UE. Dopo questa data, il governo britannico ha indicato di voler continuare a partecipare ai porgetti di ricerca comune della UE, ma non sono chiare le modalità con cui questa partecipazione potrà avvenire.

Trasporto aereo

L'accordo dice che entrambe le parti intendono stipulare un accordo globale sul trasporto aereo, consentendo alle compagnie aeree di continuare a operare tra la Regno Unito e l'UE in modo sicuro e commercialmente equo.

Pesca

Mentre l'industria britannica vuole accedere al mercato europeo, l'UE vuole assicurarsi che la sua flotta peschereccia abbia accesso alle acque del Regno Unito. L'accordo stabilisce soltanto che l’UE e il Regno Unito si adopereranno per concludere e ratificare un accordo in futuro.