Agroalimentare: i top mercati mondiali sui segmenti premium nel 2015

.

Premium price Exchange rate Food&Beverage Marketselection Global demand Foreign market analysis

Log in to use the pretty print function and embed function.
Aren't you signed up yet? Log in!

Stati Uniti mercato ricco per eccellenza, davanti a Germania, UK e Giappone; Cina e Hong Kong nuovi mercati ricchi

Nel 2015 la domanda mondiale di Alimentari confezionati e bevande 1 ha registrato una crescita nei valori in euro di circa il 10% , arrivando vicina ai 450 miliardi di euro (fonte: Sistema Informativo Ulisse 2 ).

Figura 1 – Alimentari confezionati e bevande : evoluzione della domanda mondiale

  agroalimentare

In particolare, l'anno scorso è stata la componente di domanda Premium-Price 3 ad evidenziare le maggiori crescite: nel 2015 le importazioni “premium” di Alimentari confezionati e bevande sono stimate essere state pari a 138 miliardi di euro, con un incremento del 14% rispetto all'anno precedente.

Nel 2015 si è consolidato il primato del mercato degli Stati Uniti , che ha importato dal mondo circa 48 miliardi di euro di Alimentari confezionati e bevande , dei quali oltre 16 miliardi di euro relativi ai segmenti “Premium-Price” .

Figura 2 - Alimentari confezionati e bevande : primi 20 mercati per importazioni a livello mondiale

  agroalimentare

Al secondo posto nella graduatoria mondiale per importazioni del settore la Germania (30 miliardi di euro di importazioni complessive di Alimentari confezionati e bevande , di cui 10 miliardi di euro di Fascia Alta e Medio Alta di prezzo ), davanti a Regno Unito (29 miliardi di euro totali, di cui 10 Premium-Price ) e Francia (22 miliardi di euro complessivi, di cui oltre 7 miliardi di euro sui segmenti Premium-Price ).

Si evidenzia, soprattutto, la rilevante presenza sui segmenti Premium-Price del mercato giapponese: nel 2015 le importazioni del Giappone di Alimentari confezionati e bevande di Fascia Alta e Medio Alta di prezzo si sono attestate vicine agli 8 miliardi di euro (+2 miliardi di euro rispetto al 2014), corrispondenti alla metà delle importazioni complessive del mercato. Da segnalare, inoltre, i flussi Premium-Price del settore rivolti ai mercati di Cina e Hong Kong , che insieme hanno totalizzato 10.7 miliardi di euro (circa l'8% della domanda mondiale “premium”).

1 Per questa analisi sono stati considerati i seguenti settori Ulisse (http://docs.ulisse.studiabo.it/ulisse/it/E0.pdf):

  • E0.12 Olio, condimenti e spezie

  • E0.14 Latte, yogurt, burro e formaggi

  • E0.15 Riso, pasta e farina, confezionati

  • E0.22 Carne e pesce, lavorati e confezionati

  • E0.24 Ortaggi e frutta, lavorati e confezionati

  • E0.31 Biscotti ed altri prodotti da forno

  • E0.32 Zucchero, cioccolata, dolciumi e gelati

  • E0.33 Tè e caffè confezionato

  • E0.41 Acqua e bevande analcoliche

  • E0.42 Bevande alcoliche

2 Si veda il Datamart Ulisse disponibile (per tutti gli utenti) all'indirizzo http://www.siulisse.it/analytics/query/288707/

3 In questa analisi con segmenti “Premium-Price” si fa riferimento alla somma dei flussi di commercio estero riconducibili alle fasce Alta e Medio-Alta di prezzo, calcolate sulla base della distribuzione ordinata dei prezzi a livello mondiale per singolo prodotto.