Export Italia 2016 di Meccanica Varia ed Affine: un confronto con i concorrenti UE

Sulla base delle pre-stime StudiaBo relative al 4° trimestre dell'anno e disponibili nei datamart Congiuntura UE del Sistema Informativo Ulisse

.

Siulisse Europe Competitor analysis Data visualization Global economic trends

Log in to use the pretty print function and embed function.
Aren't you signed up yet? Log in!

Sulla base delle pre-stime StudiaBo relative al 4° trimestre dell'anno e disponibili nei datamart Congiuntura UE del Sistema Informativo Ulisse, è possibile una disamina delle recenti performance sui mercati esteri dei settori italiani di Meccanica Varia ed Affine1.

Nel grafico sotto presentato, sono riportati i diversi settori di Meccanica Varia ed Affine sulla base del tasso di variazione nel 2016 delle esportazioni del totale dei paesi UE e delle esportazioni Italiane.

Meccanica Varia ed Affine: variazioni % 2016 export Italia ed export Totale Concorrenti UE


Nel grafico è tracciata la bisettrice del sistema di assi, che consente di distinguere immediatamente i settori in cui i concorrenti europei hanno fatto meglio rispetto alle imprese italiane (settori posizionati sotto la bisettrice) dai settori in cui le imprese italiane hanno avuto performance sui mercati esteri migliori rispetto a quelle dei concorrenti UE. La dimensione del cerchio è proporzionale al valore delle esportazioni italiane nel 2015.

Mediamente dinamici risultano i settori del cluster Elettromeccanica: nella media del 2016 si registrano incrementi significativi per l'export italiano di F2.17-Apparecchi di segnalazione (+33.3% in euro rispetto al 2015, decisamente più dinamico della media dei concorrenti UE), F2.19-Utensili elettromeccanici (+9.2% in euro rispetto al 2015, in linea con la media dei concorrenti UE), F2.51-Strumenti di misura (+3.6% in euro rispetto al 2015, anche se meno dinamico della media dei concorrenti UE, cresciuti l'anno scorso del +5.1%). Si segnala, peraltro, la negativa performance del settore F5.12-Apparecchi di regolazione automatici (-3.0% in euro rispetto al 2016, a fronte di un aumento dei concorrenti UE, cresciuti del +5.0%).

Una bassa dinamicità caratterizza, invece, i settori del cluster Prodotti in Metallo: nella media del 2016 si registra un calo per F2.12-Cisterne, serbatoi e contenitori in metallo (-4.9% in euro rispetto al 2015, anche più negativo della media dei concorrenti UE), mentre una debole dinamica ha interessato F2.23-Utensili, attrezzi e stampi (+0.7% in euro rispetto al 2015, peraltro in linea con la performance media dei concorrenti UE).

Performance abbastanza eterogenee, infine, hanno caratterizzato i settori del cluster Meccanica Varia. I più positivi sono risultati nella media del 2016 F2.18-Bruciatori e forni (+6.1% in euro rispetto al 2015, anche più dinamico della media dei concorrenti UE), F2.16-Pompe e filtri (+3.5% in euro rispetto al 2015, peraltro leggermente meno dinamico della media dei concorrenti UE, cresciuti l'anno scorso del +4.7%), F2.11-Apparecchi di sollevamento e movimentazione (+2.3% in euro rispetto al 2015, in linea con la media dei concorrenti UE), F5.25-Pompe e compressori (+1.7% in euro rispetto al 2015, in linea con la media dei concorrenti UE). Da segnalare, invece, risultati negativi l'anno scorso per F5.23-Caldaie, turbine e motori (-15.9% in euro rispetto al 2015, di oltre 20 punti meno dinamico della media dei concorrenti UE), F2.24-Estintori, pistole e macchine per spruzzare liquidi e polveri (-2.5% in euro rispetto al 2015), F5.26-Scambiatori di calore (-1.7% in euro rispetto al 2015, decisamente meno dinamico della media dei concorrenti UE) e F5.21-Valvole e riduttori di pressione (-0.2% in euro rispetto al 2015, anch'esso meno dinamico della media dei concorrenti UE).

1.L'analisi qui considerata fa riferimento alle seguenti industrie della classificazione prodotti Ulisse: F2 Strumenti e attrezzature per l'industria (http://docs.ulisse.studiabo.it/ulisse/it/F2.pdf), F5 Impiantistica industriale (http://docs.ulisse.studiabo.it/ulisse/it/F5.pdf).